Venetia Antiqua è una formazione di musicisti che vivono o hanno studiato a Venezia. Dediti all’approfondimento e alla diffusione della musica barocca, in Italia e all’estero, attraverso un repertorio ricco, variegato e suggestivo, i musicisti dell’orchestra suonano su strumenti originali, o copie degli stessi, seguendo la prassi esecutiva dell’epoca. I componenti dell’orchestra, che include la cantante residente, collabora individualmente con altre importanti realtà musicali (Venice Baroque Orchestra, I Solisti Veneti, Santa Fe Pro Musica), con celebri direttori d’orchestra (Andrea Marcon, Sir Simon Rattle, Marc Minkowski, Alan Curtis, Sir John Eliot Gardiner), si esibiscono nei teatri e nelle sale più importanti al mondo (Carnegie Hall, Wigmore Hall, Musikverein) e incidono per etichette famose (Sony, Arts, Deutsche Grammophon e Towerhill).

Venetia Antiqua è protagonista della stagione di musica barocca nello splendido scenario della chiesa di San Giovanni Evangelista e affianca concerti propri con esibizioni di musica sinfonica, cameristica o recital solistici di gruppi ospiti invitati da tutta Europa.

Co-fondatrice di Venetia Antiqua, la soprano Liesl Odenweller ha suscitato l’ammirazione di critici e pubblico su entrambe le coste dell’Atlantico con le sue interpretazioni piena di intensa virtuosita’ di un repertorio ampio e variato. Vincitrice di premi e concorsi importanti, ha cantato in teatri prestigiosi come La Fenice, Teatro San Carlo, e il Teatro Piccolo di Milano, e in concerti a Carnegie Hall, l’Auditorium di Milano, e Teatro la Fenice, collaborando con l’Orchestra Verdi di Riccardo Chailly, New England Symphonic Ensemble, e Neue Bachorchester. Il look di Liesl Odenweller è curato da Gualti di Venezia. Ulteriori informazioni www.lieslodenweller.com e www.venicemusicproject.it.

L’orchestra Venetia Antiqua, all’interno del programma della Stagione 2016 di Venice Music Project, che unisce brani celebri e pagine meno note a prime esecuzioni di musiche inedite portate per la prima volta all’attenzione del pubblico, ha proseguito nel 2015 l’approfondimento sul grande compositore Johann Adolf Hasse (1699-1783), tedesco ma veneziano di adozione, e ha proposto l’esecuzione di tutti i mottetti per voce sola e orchestra di Antonio Vivaldi (1678-1741) in collaborazione con l’Istituto Vivaldi della Fondazione Giorgio Cini, onlus di Venezia. Inoltre nella seconda parte della stagione ha presentato repliche di “Un Amore Veneziano,” un pastiche originale creato in collaborazione con l’autore Andrea di Robilant, e avviato il ciclo di concerti intitolati “Amor Prigioniero” basati sulla mitologia greca.